Vai al contenuto
Home » Articoli » Commento al Vangelo di Domenica 13 novembre 2022 – XXXIII Domenica del Tempo Ordinario

Commento al Vangelo di Domenica 13 novembre 2022 – XXXIII Domenica del Tempo Ordinario

Come domenica scorsa anche in questa domenica il vangelo ci propone Gesù che ci invita a rivolgere l’attenzione sulle Cose Ultime. Gesù sorprende tutti con una profezia agghiacciante: Verranno giorni nei quali … Viene intaccata la sicurezza dei Giudei, basata sulla solidità di questo edificio e delle legge: il tempio costruito da mani d’uomo.

Penso a quante volte anche noi poniamo la nostra certezza su quanto è costruito dall’uomo, poi basta un niente perchè le nostre convinzioni svaniscano. Chi ascoltava Gesù chiese: Maestro, quando accadrà questo ? L’evangelista insiste sul fatto che noi non dobbiamo aspettarci che ci venga indicata una data di quando avverrà la fine del mondo, il ritorno di Gesù. L’importante è la Salvezza.

La risposta poi di Gesù è chiara, non lasciarci ingannare dai falsi profeti, spesso siamo facile predi di imbonitori. La realtà di questi giorni sembra indicare la realizzazione di questa profezia: guerre, terremoti, pestilenze, carestie … ma non è la fine. Al posto della curiosità sterile siamo invitati a considerare ognuno la propria responsabilità nel tempo presente. Questo tempo intermedio in cui siamo chiamati a vivere ci è chiesto di affrontare la vita con coraggio e fedeltà, sempre pronti a rendere testimonianza della nostra fede.

C’è poco da illudersi: sarete traditi perfino dai Genitori … sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Nonostante tutto nulla sarà perduto di noi. La misericordia di Dio è sempre presente in ogni tempo, anche quando noi facciamo affidamento nella caducità delle cose terrene.

( Pietro Dal Santo )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *